homedocumentigli Stabilimentilinkscontatti
OFFRIAMO AI TURISTI UN MARE DI QUALITÀ... E DI OPPORTUNITÀ

Ravenna è città d’arte, di cultura, di mare e preziosi paesaggi naturalistici.

Le nostre spiagge, che si estendono per oltre 35 km sulla costa adriatica, inserite per gran parte nelle aree del Parco del Delta del Po, fiancheggiate da rigogliose pinete e caratterizzate da elementi naturalistici di grande bellezza come le dune, e dalle quali in pochi muniti si raggiunge la città dei mosaici, presentano sicuramente peculiarità uniche al mondo ed offrono al turista una vasta gamma di opportunità.

Per dare risposta ad una domanda turistica che presenta oggi caratteristiche molto diverse rispetto al passato, visto che il turista è sempre più esigente, ricerca un prodotto unico e particolare, intendiamo puntare sempre di più sulla nostra identità, valorizzando le peculiarità dei nostri nove Lidi, che si presentano come un prodotto turistico particolare e suggestivo.

Intendiamo promuovere la qualità totale: qualità del territorio, qualità dell’impresa turistica, qualità delle politiche di promo-commercializzazione e accoglienza e dell’offerta turistica, qualità ambientale intesa come capacità di coniugare performances economiche e sociali con il rispetto dell’ambiente.

Puntiamo ad uno sviluppo sostenibile di elevata qualità, che sappia coniugare le esigenze di maggiore competitività, qualità e diversificazione dell’offerta turistica con la necessità di assicurare l’eco-compatibilità degli interventi e la sostenibilità ambientale degli insediamenti, per posizionare Ravenna su segmenti alti di sviluppo nell’ambito del panorama internazionale.

Il progetto “Un mare di qualità” nasce proprio con la finalità di mettere in sinergia azioni ed interventi pubblici e privati volti a qualificare sia sotto il profilo turistico che sotto il profilo ambientale e naturalistico le spiagge di Ravenna, favorendo una maggiore attrattività delle stesse nei confronti dei turisti italiani e stranieri, ma anche promuovendo una maggiore qualificazione e destagionalizzazione del nostro turismo balneare e un nuovo modello di sviluppo turistico legato alla sostenibilità.

In tale direzione il progetto, che è stato pensato e realizzato in collaborazione con le associazioni di categoria del territorio, prevede l’adesione volontaria degli stabilimenti balneari ad un bando per l’assegnazione di un “marchio di qualità” in relazione al possesso di requisiti ed elementi inerenti l’eco-compatibilità e la qualità della struttura, la qualità e l’innovazione dei servizi e dell’offerta turistica complessiva dello stabilimento.

Abbiamo altresì ritenuto di promuovere contestualmente al bando per l’assegnazione del marchio di qualità, uno specifico concorso, denominato “Green Beach” volto a premiare i titolari degli stabilimenti balneari più virtuosi sul fronte della sostenibilità, che abbiano effettuato investimenti - o che si impegnino a farli – ed azioni volte a promuovere l’eco-compatibilità della struttura e della gestione, dall’utilizzo di impianti energia rinnovabile all’utilizzo di sistemi di risparmio energetico, dalla raccolta differenziata alla promozione di sistemi di mobilità sostenibile e così via.

L’inserimento nell’ambito di un medesimo bando dell’assegnazione del marchio di qualità ai titolari degli stabilimenti balneari più sensibili alla qualità delle strutture ed all’innovazione dell’offerta turistica e del concorso che premia gli stabilimenti balneari più “eco-compatibili”, in modo sinergico e connesso, risponde alla convinta volontà di coniugare e portare a sintesi le esigenze primarie di tutela e riqualificazione ambientale di aree preziose e fragili come quelle dei nostri Lidi, con l’esigenza di individuare significative innovazioni che qualifichino e diversifichino ulteriormente l’offerta e le strutture balneari, per dare al turista una risposta di sempre maggiore qualità, unica nel panorama internazionale.

L’Assessore al Turismo
Andrea Corsini
L’Assessore all’Ambiente
Gianluca Dradi

 

In collaborazione con   inserito in Progetto UE MUSEC
 
Crediti ENG